Teledenuncio.it

di Alessandro Migliaccio


Lettera Repubblica 22/04/09


Articolo del: 04-08-2009


Scarica il PDF



Rassegna stampa del 28-07-2009


Articolo del: 04-08-2009


Corriere del Mezzogiorno Napoli 7 maggio 09
Corriere della Sera 13 Dic 08
Corriere del Mezzogiorno Napoli 13 Dic 08
Corriere del Mezzogiorno Napoli 14 Dic 08
Repubblica Napoli  13 Dic 08
Repubblica Napoli  14 Dic 08
Repubblica Napoli  29 Dic 08
Mattino Napoli  13 Dic 08
Mattino Napoli  14 Dic 08
Cronache di Napoli  13 Dic 08
Giornale di Napoli GdN 13 Dic 08
Giornale di Napoli GdN 14 Dic 08
Agenzie Stampa Il Riformista 13 Dic 08  Scarica il PDF con gli articoli



Nel tribunale di Napoli con una pistola giocattolo


Articolo del: 28-11-2007


Entrare nel tribunale di Napoli eludendo i controlli, con una telecamera nascosta e una pistola giocattolo? Si può fare. E’ quanto ha dimostrato il giornalista del quotidiano “Il Napoli“ Alessandro Migliaccio, inviato speciale della trasmissione televisiva “le Iene“. Il filmato del giovane cronista napoletano andrà in onda domani sera su Italia Uno alle 23.  Si tratta della seconda impresa del genere messa in atto da Migliaccio. Il giornalista si era introdotto per la prima volta nella “Torre A“ del tribunale del capoluogo partenopeo, in seguito alle polemiche sulla sicurezza nel palazzo di giustizia suscitate dal furto dell’hard disk del computer del gip Maria Vittoria De Simone avvenuto lo scorso settembre.  Una vicenda che destò grande scalpore in quanto l’hard disk del magistrato conteneva centinaia di intercettazioni telefoniche riguardanti diversi esponenti della criminalità organizzata napoletana.  Per entrare nel tribunale di Napoli, a Migliaccio - che pur essendo un cronista napoletano sostiene di non essere conosciuto in Tribunale - basta vestirsi in modo da sembrare un avvocato: da Piazza Mededil, infatti, gruppi di notai e avvocati entrano senza sottoporsi alla prova del metal detector. Così ha fatto la 'ienà napoletana, nel primo e nel secondo caso. All’inizio di novembre si intrufolò con una telecamera nascosta nelle cancellerie del tribunale e ne uscì con un faldone finto, per simulare un furto. Risultato: nessuno disse niente. Il tutto è stato documentato nel servizio andato in onda nel corso della trasmissione di Italia Uno lo scorso 15 novembre: con tanto di replica del ministro di Grazia e Giustizia Clemente Mastella, che annunciò una indagine per individuare le responsabilità, assicurando che sarebbe entrato lui stesso nel tribunale per verificarne i controlli all’ingresso.  La situazione sembra rientrare nella normalità, quando la settimana scorsa Migliaccio ha ripetuto l’'impresà, entrando nella sezione penale del tribunale, la Torre B, con una pistola giocattolo, stavolta, passando inosservato attraverso l’area parcheggio. Metal detector evitato, nessun controllo: lo stesso copione della volta scorsa. Una passeggiata nel bagno dei magistrati, dove ha anche mostrato l’arma, una sbirciata in un’aula dove era in corso un’udienza per poi uscire dal Tribunale con assoluta tranquillità.fonti:  Ansa e Il Mattino



Cerca nel sito

Le vostre Segnalazioni

Clicca sulla mappa la regione di cui ti interessa leggere le segnalazioni degli utenti.

Puoi seguirci anche su: